Scopri dove gustare buon cibo e godersi una sana giornata di relax a Malaga


Il testo che segue è scritto dalla sottoscritta e pubblicato su Vita da Turista


Nel quarto e ultimo giorno siamo tornati verso il primo amore, Màlaga.

Ad aspettarmi c’era un tour eno-gastronomico della città svolto grazie alla preparatissima guida Simone di Spain Food Sherpas. Sono stata condotta alla scoperta delle prelibatezze locali partendo dal Mercato centrale della città e arrivando in due ristorantini tipici del posto passando attraverso i negozi storici con prodotti alimentari di altissima qualità.

cibo malaga

cibo malaga

Assaggi di verdure, pesce, vini, gazpacho, tapas si sono susseguiti nel corso di tutta la mattinata.

D’altronde, una come me follemente appassionata al cibo tipico dei posti che visita, non poteva che essere la donna più felice di questo mondo. È stata la prima volta che ho partecipato a un tour-food e, dopo averlo fatto, mi sento di consigliarlo a chiunque infatti credo proprio di inserire questo tipo di guida all’interno di tutti i miei viaggi futuri.

Dopo aver raggiunto la sazietà più totale, sono stata affiancata da due preparatissime guide dell’Ente del Turismo della città di Malaga: Elena e Monica. Loro mi hanno condotto nel centro storico di Màlaga alla scoperta della prima casa di Picasso,  della Plaza de la Merced, la Plaza de la Maina, Via Larios, la Plaza de la Costituciòn e, al termine ma non per importanza, il Museo Pompidou. Io amo follemente l’arte moderna e, questo museo, mi ha colpita talmente tanto che sarei voluta rimanerci per tantissimo altro tempo ancora. Monica, la mia guida, era talmente e follemente appassionata al suo lavoro che nei suoi occhi respiravo la bellezza dell’arte. Un’arte che mi ha sorpresa e per certi versi anche impietrita ma che mi ha donato un grandissimo senso di ammirazione.

IMG_9678

Dopo la lunga visita nel cuore della cultura malaguena, sono stata accompagnata all’Hammam Al Andalus, i bagni arabi più conosciuti di tutta la città e che sono ispirati agli Hammam tipici della zona Al-Andalus durante il XIV secolo soprattutto per quanto riguarda la decorazione in stile Nazarì.

relax malaga

relax malaga

14102152_1099127340175073_2227952942593667949_n

Due ore di totale relax accompagnata da una frase che continuava a rimbombarmi nella testa: “Qui il tempo non esiste”.

Ho concluso questa mia bellissima esperienza nell’Andalusia cenando in uno dei locali più tipici del posto, El Pimpi (le loro crocchette sono fenomenali), e tornando nell’albergo che mi ha vista arrivare quattro giorni prima, l’Hotel AC Màlaga Palacio.

14064232_1099127806841693_1854683234720204351_n

IMG_9701

PENSIERI

Sono stati quattro giorni intensissimi, con un programma da far invidia ai più importanti tour organizzati del mondo e, nonostante fossi a migliaia e migliaia di chilometri dalla mia città, era come sentirsi a casa.

Una casa che mi ha accolto sin dal primo momento, che mi ha vista fotografare con  occhi incantati, che mi ha fatta lavorare fino a notte fonda senza il benché minimo senso di stanchezza, che mi ha catturato talmente tanto il cuore da volerci ritornare.

Ho lasciato un pezzo di cuore nell’Andalusia e vorrei donarlo a tutti coloro che mi hanno permesso di scrutarla così tanto nel profondo.

Grazie al contest, grazie a chi mi ha votata, grazie agli organizzatori e grazie a tutte le guide.

Vi sento parte della mia bellissima casa.

 

Vi consiglio di leggere i restanti DIARI DI VIAGGIO dei giorni trascorsi in Andalusìa:

2° giorno, Marbella

3° giorno, Ronda

4° giorno, Màlaga

10 cose da sapere su Màlaga

Valentina

2017-04-13T13:01:25+00:00

About the Author:

Ho un nome lungo ma amo le presentazioni brevi. Amo viaggiare, raccontare e…sorprendere, nella vita e nel lavoro. Se hai bisogno di me, non esitare a contattarmi!

4 Comments

  1. […] 4° giorno, Màlaga […]

  2. […] 4° giorno, Màlaga […]

  3. Sonia 28/08/2016 at 16:52 - Reply

    Riassunto perfetto di una città bellissima. Brava!

Leave A Comment