Oggi ti consiglio una vacanza da fare a Cavallino-Treporti con bambini, anche neonati, avendo a disposizione numerose attività da fare in loro compagnia senza mai annoiarvi. Io sono partita verso Cavallino-Treporti con marito e bimba di 2 anni e il risultato è stato che appena ritornati a casa non avremmo voluto fare altro che tornare indietro. Ti porto con me, ti va?

Cavallino-Treporti: qualche informazione utile

Cavallino-Treporti è una suggestiva ed affascinante lingua di terra tra il mare Adriatico e laguna di Venezia che si estende per 15 km tra spiaggia dorata, dune, pinete e un paesaggio lagunare pittoresco.

L’amministrazione della lunga e fertile penisola ha saputo valorizzare le tipicità del posto promuovendole con amore e dedizione tanto da permettere alla città di essere insignita come la Capitale europea del Turismo “en plein air” nonché come prima spiaggia del Veneto.

Può interessarti qualche cenno storico?

Due case patrizie romane impreziosite da pavimenti a mosaico. È così che nasce la ricostruzione della storia di Cavallino-Treporti: da un ritrovamento sommerso dalle acque presso gli schiavi archeologici del Borgo Lio Piccolo.

Con la caduta dell’Impero Romano, data la loro posizione geografica, le isole della laguna rappresentavano un rifugio sicuro per la popolazioni proveniente dall’entroterra e che erano costrette a fuggire dalle invasioni barbariche.

Nei secoli, Cavallino-Treporti sviluppò la propria vocazione orticolo e turistica fino a diventare meta imprescindibile per gli amanti del Turismo all’aria aperta e, soprattutto, per tutti coloro che oltre al mare, al buon cibo e al divertimento, amano vivere un’esperienza da portare per sempre nei propri cuori.

Da ricordare, inoltre, che il litorale di Cavallino si contraddistingue anche per i prestigiosi riconoscimenti italiani quali Bandiera Blu, Verde e Gialla che qualificano l’importanza del territorio, della ricettività e delle spiagge che lo popolano. Quanto appena descritto giustifica l’aumento progressivo delle presenze presso il litorale lagunare forte dei continui e importanti investimenti nelle strutture ricettive e nelle aree comuni con il nobile obiettivo di rendere indimenticabili le vacanze di tutti gli ospiti.

COSA VEDERE

  • La Laguna, desiderosa di essere esplorata in ogni suo angolo grazie alle numerose escursioni in barca. Sullo sfondo, l’affascinante profilo di Venezia.
  • Gli orti e le serre, che si trovano nel cuore del litorale, dove sono coltivati ortaggi e frutta a km0.
  • Lio Piccolo, un meraviglioso Borgo raggiungibile percorrendo una strada panoramica che lo collega alla piazza principale di Treporti.
  • Per gli appassionati di immersione, a poche miglia dalla costa di Cavallino, si incontra un meraviglioso mondo sommerso, le Tegnùe, con numerosissimi affioramenti rocciosi naturali.

COSA FARE

  • Esplorare gli angoli più suggestivi del litorale in bici
  • Godersi la bellezza della lunga linea di sabbia
  • Aperitivo in spiaggia e in laguna all’ora del tramonto
  • Una serata in compagnia di amici in laguna
  • Non perdersi lo spettacolo “Beach on fire” di fine agosto, durante il quale migliaia di fuochi d’artificio vengono lanciati, in contemporanea, da 10 postazioni dislocate lungo il litorale
  • Osservare i bellissimi fenicotteri che popolano la laguna
  • Per i futuri sposi, celebrare il Matrimonio sulla spiaggia
  • Vivere la propria vacanza in Camping, con tutti i comfort necessari
  • Passeggiare tra le bancarelle dei mercati
  • Farsi inebriare dagli odori e dai sapori dei prodotti tipici del territorio

Il Cavallino, litorale sospeso tra la laguna e l’Adriatico, tra Venezia e Jesolo, è un affascinante angolo naturalistico per le vacanze al mare delle famiglie con una vasta spiaggia di sabbia Bandiera blu e una moderna ospitalità dove il camping è glamour.

Un litorale di sabbia fina lungo 15 km disegnato dai fiumi in epoca recente, tra la laguna di Venezia e il mare. Una striscia di terra attraversata da una verde pineta dove si mimetizzano splendidi camping con un’offerta qualitativa altissima. Alle spalle del litorale un ambiente intatto, quello lagunare, dai tratti bucolici, che invita alla scoperta attraverso rilassanti passeggiate in bicicletta.