Scrivere un articolo di viaggio? Scrivere un articolo sul cibo? Scrivere un articolo sulla comunicazione?

Tutti i punti interrogativi di stamattina, il lunedì più lunedì che ci sia. Agosto sta per tramontare e, con lui, le vacanze estive.

Ho lasciato il classico lavoro da ufficio per non sentirmi in dovere di fermarmi solo nelle settimane centrali di agosto e per non avere l’obbligo di sospendere tutti i progetti. Ho lasciato il classico lavoro da ufficio per essere totalmente dipendente dai miei ritmi, motivo per il quale nonostante il mondo fosse fermo io ho continuato ad accendere il mio bel MAC ogni mattina e a segnare idee e progetti sulla mia fedele agenda.

L’unica cosa che mi sono imposta di non fare è stata stressarmi, trovare per forza delle soluzioni, attendere riposte dopo aver fatto domande. E questo mi ha aiutata a staccare, davvero, con la mente. Il resto, per me, è stata semplice passione.

Stamani ho riaperto l’ufficio della mia mente e ho iniziato a scrivere, scrivere e ancora scrivere come se stessi correndo per raggiungere una meta, come se dovessi recuperare le due settimane di stallo in 10 ore di lavoro.

scrivere

SONO LE 20 E SONO ANCORA QUI, A SCRIVERE!

Perché amo follemente questo mondo, amo farne parte e amo scoprire, ogni giorno, nuovi punti di vista. Avere un proprio Blog, un proprio spazio sul web, è la maniera più belle che io conosca di crearsi da soli. Tutto ruota intorno a quel che decidi di fare ogni mattina, al tempo che vuoi dedicare, alla forza insita in ogni aspirazione divenuta realtà.

A ogni alba, sogno di fare un passo in avanti per cercare di diventare esattamente quello che voglio essere. Non è un percorso semplice, non lo è mai stato e non credo mai lo sarà ma mi rende tremendamente entusiasta di averlo intrapreso.

IN OFFICE

Si riprende, con più grinta che mail (ecco, continuo a pensare alle 439 mail di stamattina! Credo sia arrivata l’ora di spendere tutto e rilassarmi!).

 

Buon inizio, a tutti!