Come avviare un business online: la mia esperienza con #Inspiration

Oggi approfondiamo un argomento caro a tutti gli amici imprenditori o futuri tali. Ti parlerò di come avviare un business online in riferimento alla mia idea imprenditoriale.

Faccio subito una doverosa premessa: il mio progetto prevedeva (parlo al passato perché è già online da qualche mese!) la realizzazione di un prodotto fisico in combo a dei servizi di consulenza professionale.

Entro nei dettagli: il progetto #Inspiration comprende un Planner per Blogger (o per chi vuole comunicare la propria attività online), una consulenza professionale (per chi ha un Blog o vorrebbe avviarlo) e dei video-corsi sull’uso professionale dei social media.

Alla base del business online: l’idea

Prima di iniziare a fare ricerche e ad acquisire informazioni concrete, ho pensato tanto a cosa avrei voluto fare.

Ti dico la verità: sono una persona che ama realizzare tutto e in tempi brevi e l’idea di dover pianificare tutto al millimetro non riuscivo proprio a farla mia. Ho lasciato diverse domande senza risposta semplicemente perché le reputavo meno importanti rispetto ad altre.

Non sono esattamente un buon esempio da seguire soprattutto se l’idea imprenditoriale che hai presuppone dispendio di tanto tempo e denaro. Diciamo che il giusto compromesso sarebbe quello di conoscere tutto lasciando un po’ di spazio all’incoscienza.

Nonostante la mia attitudine sopra descritta, ho cercato di calibrare bene il da farsi ancor prima che divenisse realtà. Un aiuto fondamentale l’ho avuto dalle persone che mi sono accanto da sempre e che sapevano del mio futuro Business online. Sono loro che mi hanno aiutata ad analizzarlo da più punti di vista e a inquadrare esattamente il mio obiettivo.

L’idea, pian piano, si concretizzava e ogni pensiero veniva annotato nella mia agenda.

Le previsioni di spesa: oh, mio amato budget!

Tocchiamo il tasto dolente sin dall’inizio: dopo aver centrato l’idea, bisogna pensare al portafogli.

Quanto sei in grado d’investire nella realizzazione di questo progetto?

Di cosa hai bisogno, concretamente, per realizzarlo?

Quali sono tutti i servizi/oggetti collaterali di cui necessiti?

Quanto vuoi spendere in comunicazione online?

Hai bisogno di bigliettini da visita, depliants o supporti cartacei per la comunicazione offline?

Queste sono alcune delle domande che mi sono posta prima di muovere i primi passi del mio business online. Ed è un’attività che deve essere ripetuta in continuazione perché, in corso d’opera, si aggiungono sempre una serie di attività che prima non avevi calcolato.

Come quando ristrutturi una casa prevedendo una spesa di 50.000 euro e poi…il tubo è rotto, il pavimento è da rifare, la cucina da riposizionare e i 50 diventano 70. Così, per magia! Ed è per questo che quando destini un budget sii generoso/a nei calcoli e ti troverai meglio in corso d’opera.

Come ho avviato un business online: realizzazione del prodotto

Come ho anticipato prima, avevo la necessità di realizzare un Planner che assecondasse tutte le esigenze quotidiane di chi vuole diventare Blogger o contribuire a rendere il proprio Blog un supporto professionale.

Nel mio caso c’è stato un lavoro preliminare nonché uno studio (inconsapevole) che è durato anni e anni. Inconsapevole perché non avrei mai pensato, qualche anno prima, di poter realizzare un supporto cartaceo dedicato a noi Blogger ma, nonostante questa inconsapevolezza, ho sempre annotato quello che avrei voluto per rendere la mia quotidianità più facile da gestire e più produttiva.

Nel tempo mi sono accorta che le mie necessità erano anche quelle dei miei colleghi e quindi mi sono detta: perché non creare un manuale interattivo che possa aiutare, giornalmente, chi fa il mio stesso lavoro?

Lo studio dei competitors – Italia e Mondo

Questo, per me, è stato un passaggio cruciale e assolutamente decisivo.

Mi sono ritrovata nelle condizioni di voler acquistare un’agenda che potesse aiutarmi nel mio lavoro da Blogger. Ce n’erano in Italia? NO!

Ho trovato tantissime risorse gratuite da poter stampare e inserire nella propria agenda ma nulla che fosse realizzato appositamente per un Blogger. Nulla!

È stato quello il momento decisivo! C’era una strada vuota in cui potevo infilarmi con una possibilità di successo molto alta: i competitors non esistevano, la nicchia era in assoluta evoluzione, l’idea c’era. “Non perdo neanche un secondo” mi sono detta e, il giorno dopo, avevo già in mente cosa creare.

Altrettanto decisivo è stato lo studio dei competitors a livello mondiale: lì si che c’erano e anche tanti. Ho letto articoli, guardato video, salvato foto pubblicate in ogni parte del mondo. Tutto questo materiale era la mia ispirazione quotidiana, la soluzione a piccoli problemi e la risposta a tanti dubbi.

L’atto pratico e l’attesa

Le idee c’erano. Il fine ultimo era molto chiaro. Il tema da comunicare altrettanto.

Bisognava procedere con la realizzazione grafica del prodotto.

Inutile dirvi che ho trascorso mesi e mesi nella stesura dei testi, nella realizzazione della grafica, nella divisione in capitoli, nella ricerca di materiale interessante. Una volta impacchettato tutto in un documento word, ho iniziato a cercare il Cliente che avrebbe potuto stampare il mio prodotto.

Questa fase è stata decisamente la più lunga (credo sia durata all’incirca 3 mesi) perché era dipesa principalmente da tutti all’infuori di me. Richiedevo circa 5 preventivi al giorno, in ogni parte d’Italia e del mondo e le risposte – spesso – non erano così tempestive.

Nonostante il budget fosse fissato a una cifra ben precisa, lo ammetto, mi son ritrovata a spendere qualche migliaia di euro in più per puntare sulla qualità del prodotto (fogli più resistenti, copertina flessibile, spirale di acciaio, etichette mensili ecc ecc).

Una volta selezionato il fornitore, ho dovuto aspettare. Questa è stata, senza ombra di dubbio, la fase transitoria più carica di emozioni.

Il momento tanto sognato stava per arrivare e io dovevo capire cosa fare per poter promuovere il mio pacchetto nel migliore dei modi.

Il lancio e la paura del mio business online

Erano i primi di aprile e avevo, finalmente, il prodotto tra le mie mani.

La pagina web era pronta, le informazioni c’erano tutte e l’unica cosa che mancava era un riflettore puntato contro.

Nel mese che ha preceduto il lancio, ho registrato dei video sui social media. Ogni giorno dei video nuovi per poter raccontare tutto, nei minimi dettagli lasciando spazio alla voglia di poter approfondire. Insomma: dicevo tanto ma sempre troppo poco! 🙂

Ho dato la possibilità di fare una pre-ordinazione e ho anche fatto diversi quiz (riguardanti il giorno di messa in vendita e il prezzo che il progetto avrebbe avuto) con, il palio, un Planner. Hanno partecipato davvero in tanti e l’attesa stava diventando davvero alta.

Ho tirato un pochino la corda ma non troppo per farla spezzare. Il 25 aprile 2019 sono andata online con questo video.

Quel giorno ero a pezzi: il mio corpo bramava riposo dopo mesi e mesi di estenuanti giornate e nottate (ricordo che oltre al mio grande progetto avevo anche una bimba di 12 mesi). Quel giorno, per festeggiare, sono stata a pranzo fuori con marito e figlia. Non finii neanche di mangiare il secondo che volli tornare a casa.

Febbre alta e dolori in ogni dove. E, nel frattempo, neanche un acquisto. PAURA. Paura di aver fatto la cosa sbagliata, di aver investito tutti i risparmi per qualcosa di troppo grande da essere gestito unicamente da me. Senza la forza di un ufficio stampa, di un agente, di un’agenzia alle spalle. Tutto da sola.

Giorno e notte con il telefono tra le mani finché, driiiin, arrivo il primo acquisto.

Qualcuno aveva creduto in me. Nel mio progetto. Nel suo Blog.

Credo che questa storia possa concludersi qui: con la felicità di esserci riuscita che, spesso, vale molto di più di tutto il resto.

Ti auguro lo stesso successo.

Valentina

RESTIAMO IN CONTATTO?