Cosa fare a Cavalese con bambini? Itinerario passo dopo passo!

Se stai cercando di capire cosa fare a Cavalese con bambini in un giorno o, perché no, in un week-end, sei proprio nel posto giusto. In questo articolo di spiegherò, passo dopo passo, cosa poter fare in partenza da Cavalese.

È doveroso per me dirti che ho alloggiato presso l’EcoPark Hotel Azalea, nel centro storico della cittadina e punto di partenza ideale per le scampagnate. È stata propria la proprietaria dell’Hotel, infatti, a fornirci un itinerario per la nostra giornata all’aperto considerando la bella giornata (era metà settembre!) e la necessità di voler girare con un passeggino.

Cosa fare a Cavalese con bambini? Ecco 3 tappe meravigliose!

Partendo dall’Hotel abbiamo semplicemente seguito le indicazioni che ci segnalavano le Cascate. Abbiamo percorso una strada senza marciapiedi e con discreto flusso di macchine. Nonostante questo non ho avvertito alcun timore perché tutti – e dico tutti – rallentavano in nostra prossimità.

1. Direzione Cascate di Cavalese

Il percorso è lungo circa 1 km (o forse qualcosina in più), è tutto in discesa ed è intervallato da grandi spazi in cui ammirare la bellezza della natura e bere dell’acqua fresca dalle fontane. In prossimità della strada statale, i pedoni e i ciclisti possono utilizzare un sottovia e raggiungere, in circa 5 minuti le Cascate.

Consiglio per tutti ma soprattutto per i genitori: se amate passeggiare non vi spaventerà questo tragitto; se invece avete un qualunque tipo di difficoltà motoria/organizzativa (tipo: siete senza passeggino e i vostri bimbi vogliono solo correre!), potete raggiungere le Cascate in auto. C’è un grande parcheggio gratuito in loro prossimità.

Una volta arrivati alle Cascate, troverai dei sentieri che ti conducono in prossimità delle cascate, un ponticello dal quale osservare lo spettacolo della natura, una zona pic-nic munita di circa 5 tavoli con sedie e uno snack bar (ho visto preparare anche degli ottimi panini).

Noi abbiamo preferito fare un pic nic classico ma di questo te ne parlo approfonditamente qui.

Dopo aver fatto la vostra sosta relax all’ombra di un albero potreste pensare di raggiungere il famoso “Albero monumentale” in circa 30 minuti di passeggiata. È chiamato “El Pezo del Gazolin” e ha un’altezza di 30 m e una circonferenza di 4,5m, L’anno di nascita stimato è il 1798.

Io non ci sono stata per questioni di tempo ma, se puoi, approfittane!

2. Direzione Funivia

Con le cascate alle spalle, bisogna seguire la pista ciclabile che porta alla stazione della Funivia “Fondovalle” (ti consiglio di chiedere informazioni perché non c’è una segnaletica per i pedoni). La raggiungerete in circa 30/40 minuti di passeggiata a seconda del vostro andamento e a seconda che abbiate bimbi – o meno – che lanciano ripetutamente giochi dal passeggino :-)!

Non vi nascondo che, in alcuni tratti, ho avuto un po’ paura perché non transitava nessuno e intorno a noi c’era solo un fitto bosco ma dopo poco ho iniziato a vedere la luce.

Una volta arrivati alla Funivia, dovrai acquistare un biglietto che ha il costo di €7 ma qui ho bisogno di fare un piccolo approfondimento. Al tuo arrivo in Hotel, qualunque esso sia, ti verrà fornita la FIEMME GUEST CARD (senza alcun costo aggiuntivo) che ti permetterà di:

  • utilizzare gli impianti di risalita per tutta la durata della vacanza (minimo 2 notti) con soli €7 in più;
  • usufruire di bus e navette gratuitamente;
  • accedere ai Musei della Val di Fiemme e ai Parchi naturali
  • ricevere un programma settimanale con una vasta scelta di escursioni e attività nella natura.

Quindi tornando a ciò che ti dicevo prima, ti basterà fare uno o più biglietti all’ingresso della Funivia  (€7 ad adulto) per spostarti verso Cavalese, nel caso in cui volessi tornare indietro in città, o verso Cermislandia/Cermis come abbiamo fatto noi! È proprio la cosa giusta da fare per godersi Cavalese con bambini.

Vuoi sapere cosa ti consiglio di fare? Te lo dico subito!

3. Cermislandia

In partenza dalla Funivia “Fondovalle”, ti consiglio di andare in direzione Cermis e fermarti alla prima stazione denominata “Cermislandia”.

Se sei in compagnia di bambini o semplicemente se hai voglia di qualche ora di sole e di relax, questo è il posto giusto per te. Cermislandia è un grandissimo Parco divertimenti all’aperto con ingresso gratuito.

Proprio lì, accanto alla funivia c’è una Baita dove poter fermarsi per una pausa snack e mangiare in compagnia.

Nel Parco, oltre a numerosi giochi, c’è anche un laghetto, una sabbiera con i giochi e anche un Adventure Park. Insomma, devi andarci!

Se ti resta ancora un bel po’ di tempo, valuta di riprendere la Funivia e salire ancora verso Cermis. Io non ci sono stata per questioni di tempo ma mi hanno raccontato di un paesaggio meraviglioso. Considera che gli orari per la funivia sono: 9-13; 14-17.

4. Parco della Pieve

A prescindere dal fatto che tu abbia visitato solo Cermislandia o continuato la salita verso Cermis, ti consiglio di segnare anche questa tappa: il Parco della Pieve.

Si trova proprio fuori agli arrivi della funivia di Cavalese ed è talmente tanto bello e pieno di giostre che ve ne innamorerete. Non solo: c’è anche tanto spazio per rilassarsi (anche senza bambini) e una terrazza panoramica a dir poco incantevole.

Quello che ti ho appena raccontato, e tanto altro, lo trovi riassunto nel mio video youtube. Spero ti piaccia!

Come sempre, se hai bisogno di altre informazioni non esitare a scrivermi!

Valentina

RESTIAMO IN CONTATTO?

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.