Assistenza in treno per i disabili con modalità ridotta

In questo articolo puoi trovare tutte le informazioni riguardanti i diritti che hanno le persone con mobilità ridotta quando utilizzano i mezzi pubblici. In questo specifico caso: il treno.

Nel caso in cui non fossi riuscita a rispondere a tutte le tue domande, ti chiedo di mandarmi un massaggio privato o scrivere un commento in calce a questo articolo. Tutto ciò può servirmi a rendere l’articolo quanto più completo possibile e che possa andare al di là delle semplici nozioni che si trovano su Wikipedia.

Iniziamo subito…buona lettura!

A COSA HANNO DIRITTO I DISABILI QUANDO VIAGGIANO IN TRENO?

I passeggeri a mobilità ridotta hanno diritto a poter viaggiare in treno come tutti gli altri e a ricevere informazioni da parte dell’impresa ferroviaria sull’accessibilità dei treni.

Hanno inoltre diritto all’assistenza gratuita per salire sul treno e scenderne, cambiare vettura, durante il tragitto e all’interno della stazione ferroviaria prima e dopo il viaggio.

COSA FARE PER ESSERE CERTI DI RICEVERE ASSISTENZA IN TRENO?

Per ottenere il miglior servizio possibile, contatta l’impresa ferroviaria, la biglietteria o il tour operator almeno 48 ore prima del viaggio e specifica il tipo di assistenza richiesta.

L’imbarco non può essere negato a causa di mobilità ridotta, se non nei casi in cui ciò sia rigorosamente previsto dalle norme dell’impresa in materia di accesso.

treno

COSA FARE SE NON SI È SODDISFATTI DELL’ASSISTENZA RICEVUTA?

Se hai problemi a ottenere un’assistenza durante il viaggio, informa il gestore della stazione o l’impresa ferroviaria con la quale viaggi.

Se ancora non sei soddisfatto, contatta l’organismo nazionale competente nel paese in cui si è verificato il problema.


TENERE BENE A MENTE CHE…

I paesi dell’UE possono decidere di non applicare questi requisiti a determinati treni, in particolare per le tratte interne e per quelle internazionali il cui punto di arrivo o di partenza è al di fuori dell’UE.

Per ulteriori informazioni su questo argomento puoi rivolgerti agli organismi nazionali competenti.

RESTIAMO IN CONTATTO?