Come assicurare un’ottima user experience ai tuoi lettori?

A volte passano giorni, mesi, anni senza riuscire a guardare con obiettività il proprio progetto editoriale.
Pensiamo a cosa scrivere, come promuoverlo, come avere likes e condivisioni ma non ci chiediamo se il nostro Blog sia – realmente – la risposta alle necessità dei nostri lettori.
Ho fatto un viaggio a Lisbona: ok, ne parlo nel Blog!
Ho preparato una torta buonissima: ok, scrivo la ricetta nel Blog!
Ho provato un rossetto super resistente: ok, voglio parlarne nel Blog!
Più o meno funziona sempre così: viviamo un’esperienza, la riteniamo condivisibile e scriviamo un articolo nel Blog.
Vero? Vale lo stesso anche per te?

CHI LEGGE I TUOI ARTICOLI?

Quando scriviamo un articolo, dobbiamo pensare che sono due le tipologie di interlocutori che si trovano dall’altra parte dello schermo: chi già ci segue e chi arriva per la prima volta nel Blog.
Chi già ci segue: l’idea è quella di vedere i nostri seguaci come degli amici, amici che si fidano dei nostri contenuti e che non vedono l’ora di leggerne di nuovi. Sono gli stessi che possono chiedere delle informazioni aggiuntive (ottimo metodo per avere ispirazione per i prossimi articoli), far notare errori e chiederti di migliorare qualcosa. In qualità di “seguace”, le loro azioni sono tutte finalizzate al miglioramento.
Chi arriva per la prima volta: loro, invece, è giusto vederli come delle piantine da coltivare (scusami se denaturalizzo la specie umana!). Sono quelle persone che non sanno chi siamo, non conoscono il nostro percorso e arrivano nel Blog quasi per caso, magari a seguito di una ricerca random su Google. Bisogna ingolosirli e far nascere in loro la necessità di seguirci, di avere noi come punto di riferimento nelle loro ricerche.

COME TRASFORMARE UN LETTORE NATIVO IN UN FOLLOWER?

Detto questo, trasformare il primo lettore nel secondo è impossibile. Il secondo in primo, sì! Vediamo come!

Hai scritto un articolo? Benissimo! L’esercizio da fare è molto semplice: cerca di rileggerlo come se fosse stato scritto da un tuo collega.

L’argomento trattato è chiaro?

Hai risposto, esaustivamente, alle domande che potrebbero porsi i tuoi lettori?

Cosa manca per essere davvero perfetto?

È  stato scritto con saccenteria?

Hai tolto ogni dubbio a chi non conosceva quel tema?

Ne consiglieresti la lettura a una tua amica?

ERRORI NEL BLOG: VADE RETRO

Fidati, una delle motivazioni che potrebbe spingere un tuo lettore a non tornare più nel tuo Blog è la sufficienza nello scrivere nella tua lingua. Un articolo scritto male è come un buon articolo macchiato di caffè.

Nella scrittura per il web è importante conoscere le regole per ottenere testi efficaci e comprensibili ed è altrettanto importante sapere cosa evitare.

Gli errori più comuni che vengono fatti da un Blogger inesperto, con poca attenzione o che – molto più semplicemente – non rilegge i suoi elaborati, sono:

  • errori grammaticali, refusi, italianizzazioni, dialetto, parole d’invenzione;
  • errori nella formattazione degli articoli, poco informativi, non originali, troppo corti, fuori tema;
  • errori nella creazione dei contenuti, testi in monoblocco senza paragrafi, testi in corsivo e grassetto.

COME EVITARE GLI ERRORI NEI BLOG POSTS?

Da piccola, la mia maestra mi diceva sempre “Per imparare a scrivere è necessario imparare a leggere”.

Assolutamente vero! Con il tempo ho dato due significati a questa frase, sentita e risentita centinaia di volta: leggere i libri aiuta ad ampliare il nostro vocabolario e, in relazione al Blog, leggere gli articoli che scriviamo – ad alta voce – aiuta a non fare errori.

Fatta questa precisazione, ciò che ti consiglio di fare per evitare che ci siano errori nei tuoi articoli è:

  • pensa al tuo articolo, prima di scriverlo, avendo ben chiare le finalità e le sensazioni che vuoi trasmettere;
  • progettalo in ogni sfaccettatura (per questo usa il Planner di #Inspiration e non sbaglierai mai!);
  • accompagna il lettore a reperire le informazioni che cerca;
  • non annoiare con paragrafi troppo lunghi e ripetitivi. Stacca con delle immagini e con la divisione in paragrafi;
  • leggi, rileggi e rileggi ancora per evitare che ci siano refusi ed errori di ogni genere;
  • se puoi, fallo leggere a una persona a te cara e che sia estranea alla tematica da te affrontata. Chiedi se è tutto chiaro e se c’è qualcosa che preferirebbe capire meglio. Di questo, ne ho già parlato nell’articolo Cosa scrivere sul Blog se sei a corto di ispirazione?.

I Planners di “#Inspiration: la guida perfetta per un Blog di successo” sono questi: hanno quattro grafiche differenti anche se i contenuti sono gli stessi.

Ho ideato questo Planner per soddisfare le esigenze quotidiane del Blogger dotando un supporto cartaceo di metodologia, formazione, pianificazione, esercizi di creatività e tantissimo spazio per annotare le proprie idee.

Tantissimi Blogger lo stanno utilizzando. Leggi le loro recensioni!

Valentina

RESTIAMO IN CONTATTO?